Ben tornata a casa.
Questo è il pianeta dove sei nata e io aspettavo da tempo che tornassi.
Sei nata libera e qui torni ad esserlo, dopo essere precipitata sul pianeta Terra tra stuoli di formiche rosse e di formiche nere.

Qualcuno che mi pensi: c’è

Esistono brividi che attraversano le ossa e svaniscono veloci, fugaci quanto quei treni che si perdono per un attimo e non lasciano scia né ricordo. Altri, invece, indugiano e ristagnano, spolpanti e rapaci, irradiando un gelo aggressivo, al modo in cui la pioggia impetuosa torna a riempire il letto di fiumi da troppo tempo aridi. Nascono da Atlante e piombano come fulmini dalla nuca, penetrano giù in profondità fino a raggiungere il sacro e trasformano le ossa in spine di ghiaccio affilate. Paralizzano come un veleno rettile e mordono ovunque, la carne il cuore l’anima; ovunque si sia: attorniati da…


Continua a leggere